01 Apr 2019

Alla scoperta di Sanur, un piccolo villaggio a sud della capitale di Bali

Indonesia Bali
 1     0    

Durata del viaggio 7 giorni

Periodo dell'anno gennaio

Range di spesa Da 200€ a 300€

Adatto a Avventurieri

Ci sarebbe davvero tanto da scrivere o raccontare sull'isola di Bali, un luogo incantato che ammalia il visitatore che finisce per tornarci spesso, rapito dal profumo degli incensi e dagli sguardi penetranti delle ballerine balinesi. Un mix di religione e natura che diventano maggiormente apprezzabili se ci si distacca dalle classiche località del turismo di massa come la trafficatissima e festaiola Kuta, approdando in villaggi che,nonostante la loro vocazione turistica,mantengono ancora inalterati le loro abitudini.

A circa una trentina di minuti dall'aeroporto di Denpasar city, la capitale di Bali, si trova un villaggio costiero di nome Sanur, un piccolo agglomerato di case con un paio di templi induisti a scandire il ritmo della giornata, perché si sa, siamo a Bali e qui il misticismo verte alla base di ogni individuo sia esso del posto o gente che, come la sottoscritta, si reca lì anche per ritrovare se stessa.

Sanur non ha molto da offrire,i grandi hotel non sono moltissimi e prevalentemente distribuiti lungo la spiaggia, che si estende per chilometri e chilometri, percorribile quasi interamente a piedi o in bicicletta, noleggiabile praticamente ovunque per poche rupie al giorno. La spiaggia è molto bella,piuttosto riparata dai venti che la rendono ideale anche per la balneazione dei più piccini,  qui non ci sono le alte onde che caratterizzano il lato opposto dell'isola quello dove sorgono località come Kuta o Legian e durante il fine settimana si popola di locali che, sopratutto al tramonto la animano con allegria; i bambini fanno il bagno, gli adulti mangiano noccioline, pollo o tofu fritto, tutto preparato al momento sorseggiando acqua di cocco direttamente dalla sua noce. Una festa per tutti,dove non è raro incontrare gruppi intenti nella recitazione dei mantra ai quali unirsi senza timore, accolti dai caloroso sorrisi dei balinesi, uno spettacolo unico che unisce perfetti estranei uniti dalla fratellanza di cui,troppo spesso,dimentichiamo il valore.

Nonostante ci siano alcuni mostri di cemento sparsi lungo la spiaggia pronti ad accogliere,con le loro innumerevoli stanze i tanti turisti che arrivano a Bali, Sanur conserva ancora il suo aspetto di placido villaggio dove,sopratutto durante la bassa stagione, corrispondente al nostro inverno,ci può godere il mare o l'ombra delle grandi magnolie che spuntano da un lato all'altro della spiaggia.I localini che costeggiano la costa sono spesso piccole caffetterie che preparano piatti tradizionali e succhi di frutta fresca, ma ovviamente siamo a Bali e chiaramente non mancano i centri estetici dove fare massaggi o prendere lezioni di Tai chi o yoga, immersi in giardini lussureggianti.

L'unico elemento disturbatore a Sanur sono i motori delle imbarcazioni che, ogni giorno e per diverse volte al dì, fanno la spola con le piccole isole paradisiache poco distanti da Bali dove sono in moltissimi a decidere di andare per trovare un mare cristallino e ricco di fauna marina, ideale per fare diving. Le isole in questione sono le famose Gili, raggiungibili in un paio d'ore di traghetto o le più vicine Nusa Lembongan o Nusa Penida, quest'ultime grazie alla loro vicinanza con Bali,sono oggetto di escursioni giornaliere.Le agenzie turistiche sono praticamente ovunque e non sarà mai un problema reperire il biglietto per il trasporto verso le isole sopra citate, i costi partono dai 30/40 euro per un biglietto di andata e ritorno a seconda dell'operatore che si sceglie.

Sia che si sceglie di considerare Sanur una base d'appoggio per spostarsi verso le isole vicino o che la si scelga come località di villeggiatura per trascorrere le proprie vacanze,il comune denominatore sarà sopratutto la pace ed il relax senza dimenticare il buon cibo e la possibilità di mangiare in buoni ristoranti spendendo cifre ragionevoli.Ma se  proprio non vorrete rinunciare al " cibo spazzatura"sulla strada di scorrimento veloce,che conduce verso la capitale Denpasar,troverete le classiche catene fast food che hanno colonizzato il mondo moderno.

Commenti (0)

Invia