03 Lug 2019

Alla scoperta di Swayambhunath il tempio delle scimmie di Kathmandu

Nepal Katmandu
 1     0    

Durata del viaggio

Periodo dell'anno

Range di spesa

Adatto a

Molti dei mie viaggi a spasso per l'Asia hanno avuto come protagoniste le scimmie o meglio macachi che consapevolemente o inconsapevolmente erano gli abitanti indiscussi di alcuni dei siti religiosi più belli al momdo. In Sri Lanka presso il tempio d'oro di Dambulla quando, per la prima volta nella mia vita,mi avvicino stupidamente talmente tanto ad una scimmia da rischiare quasi di essere aggredita, nel magico complesso di Angkor Wat in Cambogia dove a spasso per il tempio Bayon incontro numerose famiglie di scimmiette intente a rovistare tra i bidoni della spazzatura nella speranza di trovare qualcosa di commestibile,insomma scimmie a spasso per i templi religiosi se ne trovano tante in giro per il continente asiatico ma in alcuni casi sono talmente numerose da convertire il nome del sito stesso in Monkey Temple, ovvero tempio delle scimmie, così come accade per il Swayambhunath temple di Kathmandu.
A pochi chilometri dalla capitale nepalese di Kathmandu sorge questo delizioso stupa buddista che è un richiamo irresistibile per molti visitatori che lasciano il trambusto cittadino per immergersi in una realtà più intima e tranquilla.Swiyambhunath può essere raggiunto anche a piedi direttamente da Thamel, il quartiere più turistico della città dove si trovano buona parte delle strutture ricettive, una segnaletica vi indica il sentiero da intraprendere per uscire dal centro e imboccare la via della salita al tempio. Nonostante la visione in lontanaza dello struttura religiosa si palesi agli occhi appena messo piede fuori da Thamel ci vogliono almeno una cinquantina di minuti per arrivare alla biglietteria del tempio. La strada per giungere alla metà è abbastanza trafficata e si ha sempre la sensazione di arrivare da un momento all'altro, anche se poi di fatto non è così. In alternativa ci sono sempre i taxi disponibili ad accompagnarvi al tempio per poche rupie nepalesi,oppure ci si può affidare ad una delle tante agenzie turistiche che propongono escursioni giornaliere unite ad altri importanti posti da visitare nella valle di Kathmandu.
Il costo per accedere a Swiyambhunath è di 200 rupie, l'equivalente di 1.50 euro, la biglietteria si trova alla base e per giungere al tempio bisogna salire 400 gradini che non richiedono uno sforzo fisico eccessivo e che sono alla portata di chiunque non abbia particolari problematiche fisiche. Lungo la salita al tempio che è sopraelevata rispetto alla città di Kathmandu si incontrano le prime scimmie e diversi venditori con la loro mercanzia, è bene comunque prestare attenzione alle borse e non portare con sè cibi o bevande che potrebbero attrarre l'attenzione degli animali ai quali ovviamente non bisognerebbe, come buona norma comportamentale, non dare nulla.
Giunti in cima troverete lo stupa e le campane da far suonare per buon auspicio ed ovviamente i macachi che se ne vanno a spasso saltando da una campana all'altra o semplicemente seduti sul muretto ad osservare quello che forse di veramente sensazionale c'è allo Swiyambhunath, il panorama.
Il sito di Swiyambhunath sicuramente non è dal punto di vista architettonico il più sensazionale del Nepal ma sicuramente la sua posizione elevata offre una visione completa su tutta la popolosa città di Kathmandu e la sua immesna e bellissima valle oltre che sulle montagne che circondano come un merletto tutta l'intera vallata. La visione di tutto ciò è davvero unica, rende bene l'idea di come la città di Kathmandu sia perfettamente integrata in un territorio grandioso, costituito dalle montagne più alte del mondo tra le quali si sta sempre più espandendo la realtà umana e urbanizzata ancora quasi del tutto caratterizzata da piccole e fatiscenti baracche, nelle quali la comunità vive però con grande dignità.

Commenti (0)

Invia