30 Giu 2016

Copenaghen, la calorosa città del freddo Nord

Danimarca Copenaghen
 3     2    

Durata del viaggio 1 giorno

Periodo dell'anno gennaio

Range di spesa Da 0€ a 100€

Adatto a Famiglia

Città alle porte del Nord Europa, Copenaghen è una delle più vivaci, colorate e giovanili capitali che abbia mai visitato.

Ricordo soprattutto il grande numero di ragazzi e ragazze che popolano il centro e la zona del porto di pomeriggio fino a sera inoltrata, prima cenando in uno dei locali all'aperto sui canali, nonostante il vento fresco che contraddistingue il clima, poi bevendosi una birra rigorosamente Carlsberg sui gradini del porto turistico.

Copenaghen è la Venezia del Nord coi suoi canali romantici e le case colorate che vi si affacciano; ma è anche la città universitaria per eccellenza, con uno dei migliori 50 Istituti del mondo (secondo la classifica stilata dall'Università di Shanghai) e leader nell'ambito delle ricerche tanto da essere stata inserita nello IARU (International Alliance of Research Universities) tra le Università anglosassoni di Oxford e Cambridge, oltre alle statunitensi Yale e Berkeley.E' la fusione tra il grandioso antico e l'inarrestabile moderno, con i palazzi barocchi e maestosi dei reali che si affiancano ai moderni grattacieli ed alle immense navi da crociera che si scorgono anche dalle strette strade del centro.

L'atmosfera friendly si nota sin da subito. Tutti i danesi sono sempre disponibili ad aiutare turisti in difficoltà e parlano tutti un perfetto inglese che ci fa quasi sentire un po' ignoranti... E' la città gay friendly ma soprattutto è la più attenta alle emissioni ambientali grazie anche alle tantissime biciclette che sfrecciano per le strade.

La prima cosa da vedere è la statua della Sirenetta. Posizionata sul lungoporto con lo sguardo rivolto verso il mare dal quale spera, ormai da un secolo, di veder tornare l'amato principe azzurro con la sua nave. Diventata ormai simbolo della città è la rappresentazione in bronzo del personaggio della triste favola di Andersen, purtroppo ben diversa da quella di Walt Disney.

Non lontano dalla Sirenetta si trova la residenza dei reali danesi, il Palazzo di Amalienborg. Quattro edifici posti su piazza ottagonale che si affaccia quasi direttamente sul lungomare con al centro la statua di colui che ne ordinò la costruzione, re Federico V. E' possibile entrare liberamente all'interno della piazza ed assistere al cambio della guardia.

Il vero cuore della movida di Copenaghen però è il Nyhavn. Antico porto della città oggi è il luogo dei caffè e dei locali, con un continuo flusso di turisti e giovani danesi che trascorrono le ore serali. Caratteristiche le casette colorate che si affacciano sull'acqua e sulle imbarcazioni ormeggiate, molte delle quali sono in realtà degli ottimi ristoranti.

Verso il centro troviamo l'isoletta che ospita i palazzi del potere e della politica danese. Si tratta di Slotsholmen con all'interno il magnifico Palazzo della Borsen (la borsa danese) riconoscibile dalla alta torre chiamata Guglia del Drago, per la caratteristica forma che ricorda quattro code intrecciate tra loro. A fianco si trova il Parlamento, la sede della Corte Suprema e quella della Presidenza del Consiglio dei Ministri, tutti in stile architettonico similare con i famosi tetti verde acqua.

Circondato da strade principali e molto caotiche troviamo il parco divertimenti Tivoli. Creato nell'800 per far dimenticare alla popolazione le problematiche causate dalla politica e dall'amministrazione dei reali, è ad oggi il parco divertimenti più antico del mondo ancora in funzione.

Proprio nel centro di Copenaghen si trova anche il Castello di Rosenborg, ex-residenza reale con numerose sale e collezioni della corona. Visitabile all'interno, è il classico castello reale con sale magnifiche, affrescate, con specchi e decorazioni in oro ovunque.

Ma Copenaghen è soprattutto una città sull'acqua quindi come non lasciarsi attrarre dal giro sul battello alla scoperta dei canali e delle zone della città oltre l'imboccatura del porto?

Commenti (0)

Invia