tripfactor: Carlo Amato

segui   

16 Gen 2018

DALMAZIA (Croazia)-1a tappa: Spalato-Trogir

Croazia Spalato
 6     0    

Durata del viaggio 1 giorno

Periodo dell'anno gennaio

Range di spesa Da 0€ a 100€

Adatto a Tutti

La Dalmazia è una delle più belle regioni croate e la destinazione turistica più popolare. La regione della Dalmazia è situata nella Croazia meridionale, dalla costa del Mar Adriatico fino al confine con la Bosnia-Erzegovina. Il cuore della Dalmazia è Spalato (Split); ma ci sono anche altre città di grande importanza e bellezza come Zara (Zadar), Trogir, Sebenico (Šibenik), Makarska e Dubrovnik.

 

Molte località in Dalmazia sono inserite nel patrimonio dell'Unesco, come il palazzo di Diocleziano a Spalato, la pianura a Stari Grad sull'isola di Hvar, la città vecchia di Dubrovnik, il centro storico di Trogir. La Dalmazia è famosa in particolare per la sua affascinante natura, tipicamente mediterranea, i cibi squisiti, i vini rinomati e il clima mite. La Dalmazia non è solo mare e costa, ma anche  storia e testimonianze antiche. Il nostro viaggio vuole soprattutto scoprire le sue ricchezze storiche.

 

25 maggio

 

Partiamo da Roma Fiumicino con un volo della Vueling in partenza alle 9.30 diretto a Spalato. Dovendo arrivare all’ aeroporto alle 7:00 abbiamo pernottato a Roma con sveglia alle 4:00 e transfer alle 5:00….NO COMMENT!

 

Arriviamo a Spalato alle 10:45 attesi dall’ autista dell’ auto prenotata dall’ Italia  che ci ha pazientemente atteso in quanto le formalità dell’ aeroporto si sono dilungate un po’ troppo! Arriviamo all’ appartamentino o apartamani come viene chiamato qui che si rivela veramente delizioso. Piano terra, quindi comodissimo, e arredato con molto gusto. La proprietaria Marina si rivela una persona affabile e disponibile. Sistemazione bagagli, doccia e subito in giro. Subito all’ ufficio turistico per informarci sulla città e poi ci addentriamo nel centro storico.  Le sue viuzze piene di bar, empori con un brusio ininterrotto lo rendono vivace e pittoresco. Gradita sorpresa un’ orchestra di bambini che si esibisce per il piacere dei turisti ma anche per la gente del posto. Incontriamo anche una caratteristica fontana a cascata. Sfociamo in Piazza della Repubblica situata a ovest del lungomare. Simile alla Piazza di San Marco a Venezia, da tre lati è chiusa da palazzi neorinascimentali con portici ai quali deve appunto il suo nome croato di Prokurative, comunemente usato. La piazza è aperta solamente verso sud, offrendo una bellissima vista sul porto. Arriviamo fino al molo e vediamo arrivare un imbarcazione tipo “caravella” che svolge giri turistici lungo la costa e fino alle isole vicine. E’ ora di cena e ci fermiamo ad un ristorante dove consumiamo un’ ottima bistecca e saggiamo la ottima birra croata Karlovacko, non per niente c’ è un karl nel nome! . Poi passeggiamo sul lungomare ossia sulla  famosa “Riva” che ha iniziato ad assumere le sue sembianze attuali due secoli fa, ai tempi dell’occupazione napoleonica, quando il maresciallo Marmont governava la Dalmazia. Oggi il lungomare  è diventato il “salotto della città”, il più noto ed il più importante spazio pubblico ed offre una spettacolare scenografia con lo sfondo della facciata meridionale del Palazzo di Diocleziano e le case costruite nei secoli posteriori nel suo lato occidentale ma anche sul palazzo…ahimè !.  La Riva oggi è un paradiso pedonale pieno di bar e ristoranti, da sempre palcoscenico della vita cittadina dove hanno luogo diversi eventi culturali, feste cittadine (come lo sfrenato Carnevale), festeggiamenti sportivi ma anche raduni di massa a sfondo politico. Splendida di giorno, al calar del sole si trasforma in regina della notte.

 

Torniamo all’ hotel, pardon a casa, risalendo via Marmontova dal nome del maresciallo di Napoleone, Marmont, che meritò di vedersi dedicata la più bella via cittadina per il contributo che aveva dato all’urbanizzazione delle città dalmate. Ospita il primo cinematografo della città, il Karaman. Vi si trova, inoltre, il mercato del pesce, uno dei pochi al mondo privo delle mosche grazie all’odore di zolfo proveniente dalle vicine terme con acque sulfuree. In questa via si trovano anche due bellissimi palazzi secessionisti. Siamo arrivati a casa….meritato riposo!

 

26 maggio

 

Oggi abbiamo in programma la visita di Trogir

 

Trogir (Traù), uno dei gioielli della costa Dalmata, è una piccola città situata 20 km ad ovest della città di Spalato, posta su un isolotto separato da un ponte dalla terraferma e da un altro dall’ isola di Clovo. Fondata dai greci col nome di Tragyrion (Isola delle capre) a cavallo tra quarto e terzo secolo, nel primo secolo d.C. diviene comune romano col nome di Tragurium Civium Romanorum unito a Salona.

 

Dopo la caduta dell'impero romano nel V secolo diviene un comune autonomo e nel sesto secolo vi si stabilirono i Croati che cominciarono lo sviluppo culturale.

 

Dall 1997 è Patrimonio mondiale dell’ UNESCO.

 

Ci avviamo al porto percorrendo via Marmontova e arriviamo all' estremità occidentale della Riva, nella piazza dove ci sono la Chiesa e il Convento di San Francesco, eretti nella località paleocristiana accanto alla tomba e chiesetta di San Felice, martire dei tempi di Diocleziano. Nel XIII secolo la chiesa diviene la dimora dei frati minori di San Francesco. La chiesa conserva alcuni oggetti di grande valore tra cui il crocifisso gotico dell'inizio del XV secolo, opera del pittore Bla

 6     0    

Commenti (0)

Invia