08 Feb 2018

Dublino:qualche giorno a spasso nella capitale irlandese

Irlanda Dublino
 8     0    

Durata del viaggio 1 giorno

Periodo dell'anno gennaio

Range di spesa Da 0€ a 100€

Adatto a Tutti

Dublino è una delle capitali europee più amate dai giovani di tutto il mondo che apprezzano sopratutto la tendenza cittadina a fare festa e organizzare festival musicali apprezzati in tutto il mondo,con la partecipazione di band di livello internazionale.Dublino è raggiungibile dall'Italia via aerea  con voli diretti sia della compagnie low cost come Ryanair che con Aer Lingus,la principale dello stato irlandese che offre spesso tariffe a prezzi interessanti. Oltre ad una vivace vita notturna Dublino ha molto da offrire e gli appassionati di storia e musei non rimarranno delusi, ancor più se si pensa che molti di questi sono ad ingresso gratuito.

 

Giunti all'aeroporto di Dublino è possibile arrivare in centro in pullman, precisamente in O' Connel Street, una delle strade principali della città dove fermano moltissimi bus,inclusi quelli collegano Dublino con altre città dello stato irlandese.La compagnia alla quale far riferimento per la tratta aeroporto città è Airlink il costo del biglietto è di 6 euro a tratta, in alternativa ci sono anche opzioni più economiche come il bus cittadino numero 16 che seppur abbia un costo inferiore, effettua diverse fermate intermedie e non è proprio l'ideale se si viaggia con molti bagagli. Alloggiare a Dublino è mediamente economico, a patto che non si alloggi durante la festa di San Patrizio, patrono d'Irlanda,periodo durante il quale la città e tutto lo stato sono animati da festival musicali e non solo dove si mangia,si beve e si balla, di conseguenza in questo periodo dell'anno i prezzi schizzano alle stelle e si passa dai 40/50 euro per una camera doppia per notte ai 100/150 euro. Alloggiare intorno a Grafton street significa essere perfettamente collocati per avere tutto a portata di mano. Chiaramente parlando di Dublino non si può non fare una passeggiata in uno dei luoghi più turistici della città e forse anche il più deludende, ovvero Temple bar, altro non è che una strada dove pullulano le birrerie e i pub dove bere,mangiare e ascoltare musica irlandese dal vivo, di certo molto carini ma che diventano una macchina acchiappa turisti,perdendo un pò di fascino. Spostandosi anche di poco dal centro si possono trovare locali altrettanto tipici dove anche i prezzi dei pasti e delle bevande sono più bassi. Una delle giornate di visita a Dublino deve essere assolutamente dedicata ai musei, imperdibile è il Natural History Museum, una cospicua collezione di reperti archeologici tra cui anche una mummia  perfettamente conservata, interessante anche il repertorio egiziano.Il giro completo all'interno del museo richiederà almeno una metà giornata, sopratutto se vi piace la storia. Poco distante dal museo merita una sosta la Biblioteca Nazionale, sempre ad ingresso gratuito, dislocata all'interno di un bellissimo palazzo risalente all'ottocento, davvero maestosa la sala lettura. Rimanendo in tema di libri  è obbligatorio omaggiare un grande personaggio letterario,Oscar Wilde,andando al Merrion Square Park per ammirare la statua di bronzo, raffigurante questo famoso scrittore, realizzata da un'artista inglese per conto del gruppo industriale della birra Guinness.La birra, ecco un'altro punto fondamentale da non dimenticare durante un soggiorno a Dublino,la mitica fabbrica della birra Guinnes, ha sede proprio in città ma oltre a bere questa bevanda, sempre senza esagerare, può essere interessante una visita al museo dedicato proprio alla scura, il costo per entrarci non è a buon mercato,si può scegliere tra diverse combinazioni d'ingresso che generalmente partono dai 25 euro, ma che includono anche delle degustazioni.Chiaramente Dublino come molte altre città va vissuta camminando per strada costeggiando il fiume Liffey che attraversa la città,simpatica l'idea di noleggiare una bici per spingersi fuori dal centro,seguendo la pista ciclabile che accompagna il corso d'acqua, attività molto praticata anche dagli stessi abitanti di Dublino.E dopo un pò di sana attività fisica,immancabile è una sosta presso uno dei tanti negozi che vendono donuts,come The RollingDonut che dal 1978 prepara le ciambelline farcite in mille modi con molta attenzione alla scelta degli ingredienti,questo forno ha diversi punti venditi,tutti sempre molto affollati,sopratutto quello presente in O'Connell Street.E dopo aver fatto il pieno d'energia si può proseguire la visita di Dublino perdendosi tra le strade del centro di questa graziosa città,che molto ha da offrire a giovani e meno giovani

Commenti (0)

Invia