27 Giu 2019

Garden of Dreams il giardino incantato di Kathmandu

Nepal Katmandu
 1     0    

Durata del viaggio

Periodo dell'anno

Range di spesa

Adatto a

"Garden of Dreams" mai nome potrebbe essere più appropriato, il giardino dei sogni,così si chiama il bellissimo orto botanico nel cuore della città di Kathmandu.
La capitale nepalese Kathmandu non spicca di certo per i suoi spazi verdi, le sue strade appena fuori da Thamel, l'unica zona quasi del tutto chiusa al traffico, sono congestionate e polverose e per prendersi una pausa dallo smog e vedere un pò di natura bisogna assolutamente lasciare il centro città alla scoperta della valle circostante.
Ma esiste un posto proprio nel cuore della capitale nel quale ci si può perdere spiritualmente a contatto con alberi e piante rigogliose e concedersi un pò di tempo immersi nella natura.
Appena fuori da Thamel,raggiungibile con una breve passeggiata si trova il Garden of Dreams,un parco pubblico circondato da alte mura di cinta al quale si può accedere dalle 9 di mattina fino alle 10 di sera pagando un biglietto d'ingresso pari a 200 rupie, l'equivalente di 1,50 euro. Più che un parco pubblico questo grande giardino è da considerarsi un luogo dove conoscere piante esotiche attraverso,non solo la visione diretta di esse ma anche grazie a una piccola esposizione multimediale che mostra il processo evolutivo di alcune specie vegetali. La costruzione che ospita questa piccola mostra è piccola e meravigliosa con angoli zen molto graziosi e ci si può accedere liberamente. Altrettanto ben inserito tra la natura è il piccolo risto bar presente in questo giardino, tavoli e sedie disposti tra il verde dove si può bere del buonissimo tè allo zenzero oppure gustare dei momo al vapore, ravioli di pasta,generalmente farciti con carne o verdura. I prezzi per le consumazioni in questo ristorante sono assolutamente abbordabili nonostante il posto sia frequentato solo da turisti.
Come ogni giardino che si rispetti anche il Garden of Dreams ospita il suo bel laghetto con ninfee e non è raro vedere qualche uccello planare su di esse per bere o riposarsi. Anche gli scoiattoli fanno timidamente la spola tra un arbusto e l'altro in cerca di cibo ma il divieto assoluto è assolutamente quello di non cibare la fauna residenziale per non squilibrare il loro naturale equilibrio.
La mattina è il periodo migliore per visitare il Garden of Dreams quando ci sono pochi turisti, mentre per l'orario di pranzo arriva più gente,tra cui studenti universitari che si stendono sul prato verde a riposare.Io personalmente ho visitato questo giardino, del quale mi sono letteralmente innamorata, diverse volte durante la mia permanenza a Kathmandu,considerato anche il costo del biglietto d'ingresso davvero irrisorio e in più di un'occasione ci sono andata con tappetino yoga al seguito, questo è il posto ideale per praticare asana e meditazione in pace e armonia con la natura.

Commenti (0)

Invia