tripfactor: Carlo Amato

segui   

22 Mar 2019

HOLLYWOOD, LA FABBRICA DEI SOGNI

Stati Uniti d'America
 1     0    

Durata del viaggio

Periodo dell'anno

Range di spesa

Adatto a Tutti

In metropolitana raggiungiamo Hollywood dove il volto urbano e quello del sogno di celluloide si sovrappongono.

L’ abbagliante insegna di Hollyvood Sign che campeggia su Mount Lee punta ad attrarre immediatamente l’ attenzione. Le lettere, alte ben 15 metri, sono in lamina di metallo e sono lì dal 1923.

Siamo sull’ Hollywood Boulevard ed ecco la Capitol Records Tower che ricorda una pila di dischi sormontata da una punta luminosa che scrive “Hollywood” in alfabeto Morse, il Pantage Theatre tornato al suo originario splendore art deco, il Capitan Theatre che ospita in prima visione i film di Walt Disney, il Mann’s Chinese Theatre il cinema più famoso del mondo, l’ Egyptian Theatre prima sala a tema costruita nel 1922.

Ma l’ Hollywood Boulevard è anche il luogo dove ci si può far fotografare con ragazzi travestiti da Batman e Robin o personaggi del mondo del cinema e delle fiabe.

. Lungo i celebri marciapiedi della  Walk Of Fame, stelle di marmo e ottone immortalano Elvis, Lassie e più di 2000 star scelte tra attori di teatro, cinema, televisione, radio e musica.

Frastornati dalla folla che riempie letteralmente la strada, siamo quasi sospinti verso l’ Hollywood & Highland Center uno dei motori della rinascita di questa “città dei sogni” che comprende negozi, ristoranti, locali notturni, cinema , alberghi e il Kodak Theatre che, con i suoi 3600 posti ospita la cerimonia degli Oscar. Ed è proprio in questo mega complesso che assistiamo dal vivo al concerto dei Tokio Hotel, gruppo idolo dei teenagers di tutto il mondo, che si esibiscono davanti ad una folla di fans scatenati. La musica è potente e ci frastorna ma siamo consapevoli che, malgrado i cambiamenti, il mito che alimenta questa “fabbrica dei sogni” resiste!

Voglio fare una veloce visita all’ Hollyhock House, centro d’ arte pubblico, in origine casa della petroliera Aline Barnsdall progettata nel 1921 dal grande architetto Frank Lloyd Right.

 1     0    

Commenti (0)

Invia