tripfactor: Carlo Amato

segui   

13 Mar 2018

Il buon vino di "Porto" non si dimentica!

Portogallo
 3     0    

Durata del viaggio

Periodo dell'anno agosto

Range di spesa

Adatto a Tutti

La Cantina Croft, fondata nel 1678 dall’ omonima famiglia inglese, è una delle più antiche case esportatrici di porto, un Croft ha scritto nel XVII secolo un trattato sui vini del Portogallo che rimane una delle più importanti fonti storiche di informazione sulla nascita di questo vino. Durante la visita preceduta da una prima degustazione,, apprendiamo molte notizie sulla produzione del Porto,  sull’ invecchiamento nelle botti, sui vari tipi  prodotti e sugli abbinamenti culinari. Per fortuna la guida parla inglese in modo lento e comprensibile. La qualità e il pregio del vino, oltre all’ annata, sono legati al periodo d’ invecchiamento. Esistono poi il “vintage port”, prodotto da un unico vigneto e con il vino di una sola annata, il “tawny”, più invecchiato e dal colore scuro, il “ruby” più comune e giovane; infine un “port branco”, di cui ignoravamo l’esistenza, che si può bere freddo come aperitivo. Alla fine della visita, dopo una seconda degustazione offerta dalla cantina, facciamo vari acquisti di bottiglie di porto con lo sconto del 20%.

 3     0    

Commenti (0)

Invia