13 Mag 2019

Mousse island una piccola isola incontaminata a pochi minuti di navigazione dalle coste di Corfù

Grecia
Edizioni Appunti di Viaggio
 1     0    

Durata del viaggio 7 giorni

Periodo dell'anno settembre

Range di spesa Da 200€ a 300€

Adatto a Tutti

Corfù è un'isola che sentivo nominare fin da quanto ero adolescente, ormai più di vent'anni fa, la sua fama proveniva dalla presenza di strutture ricettive, locali dove far festa a qualsiasi ora del giorno e della notte, oggi le cose sono un pochino cambiate e anche altre isole della Grecia hanno seguito il suo esempio offuscandone il primato di isola del divertimento. Ma nonostante Corfù resti sempre votata alla movida si possono trovare angoli di calma come sulla piccola Mousse Island, un'isola piccina a due passa dall'aeroporto isolano. A soli 5 minuti di navigazione dalla penisola di Kanoni sorge questa piccola isola che secondo la leggenda è la nave di Odisseo trasformata in roccia da Poseidone che tentava con ogni mezzo possibile di rendere il suo viaggio di ritorno da Itaca impossibile.
Le piccole imbarcazioni partono dal molo di Kanoni circa ogni ora, il biglietto costa soli 2,50 euro e si aspetta sempre qualche turista dell'ultimo minuto prima di partire.L'isola ha una forma più o meno circolare, qui non ci sono hotel o altre costruzioni,fatta eccezione per la piccola chiesetta curata da un pescatore che qui vive prendendosene cura. L'unico locale presente è un piccolo bar che vende qualche gelato, prepara caffè e allestisce qualche bancarella con la sua mercanzia, dove non è raro scovare anche qualche dipinto interessante.
Il mare intorno all'isola è molto bello decisamente più limpido rispetto a quello che lambisce la costa di Kanoni, entrare in acqua però per fare il bagno può essere un pò problematico se non si hanno le scarpe adatte,vista la presenza di scogli appuntiti e ricci di mare che dimorano tra le fessure, ma una volta entrati la sensazione è unica,interrotta solo dal sorvolo basso di qualche aereo in fase di atterraggio, questa zona infatti seppur non abbia molto da offrire in termini di vita notturna è ideale per chi ama osservare gli aerei in maniera ravvicinata vista la vicinanza con lo scalo che, durante la stagione estiva è particolarmente trafficato.
Un consiglio per chi come me pratica Yoga è di portare il tappetino con se prima di partire per l'Isola dei Topi, qui al riparo di qualche grande abete troverete un posticino ideale per praticare immersi solo nei rumori sella natura.

Commenti (0)

Invia