Chiara Buttironi

segui   

23 Giu 2020

MOUSTIERES SAINTE MARIE e TOURTOUR: gli imperdibili borghi francesi

Francia Provenza-Alpi-Costa Azzurra Moustiers-Sainte-Marie
Borghi Francesi
 3     0    

Durata del viaggio Una giornata intera giorni

Periodo dell'anno Primavera, estate, autunno

Range di spesa eventuale benzina e ristorante se non si mangia al sacco

Adatto a Famiglia

Moustieres Sainte Marie è qualcosa di veramente speciale, un piccolo borgo situato nel cuore dell'alta Provenza, in assoluto uno dei più belli che abbia mai visto. L'impatto con questo borgo è sicuramente molto forte e suggestivo: arroccato tra due imponenti colline e attraversato da un bellissimo fiume.
Sicuramente da visitare è la Chapelle di Notre Dame de Beauvoir che si trova ai piedi della collina: il consiglio è di recarsi subito qui, di mattina presto prima di fare il giro del paese perchè il sentiero che porta alla cappella è senz'altro molto scenografico ma anche tutto in salita. Non è niente di pesante o di così ripido ma è completamente sotto il sole e ci si impega circa una mezz'oretta. Per questo dico che è meglio farlo prima che il sole sorga o appena dopo, soprattutto se come noi avete bambini al seguito.
Una volta scesi ci siamo persi tra le vie del paese, ricco di angolini suggestivi, ristorantini e con una bella cascata rinfrescante proprio al centro che rende il paesaggio ancora più fiabesco. Moustieres è da girare così, in tutta tranquillità, godendo dei profumi di lavanda e fiori che pervadono le strade, e dei piccoli particolari che caratterizzano questo paesino. Da non perdere è la chiesa dove internamente si ha una sensazione stranissima perchè i muri che la formano sono tutti storti per cui sembra di essere dentro a un disegno deformato e con una prospettiva traballante; non riesco a spiegarmi meglio di così!
Un ultimo consiglio che mi sento di darti è quello che riguarda il posteggio dell'auto: Moustieres è davvero molto piccolo, con strade strettissime che a malapena ci passano due macchine e i posti auto sono praticamente pochissimi. Noi siamo arrivati al paese intorno alle 7.30 partendo dalla nostra base che era Manosque, e siamo riusciti a trovare un buco per pura fortuna: era già tutto pieno! L'alternativa è quella di lasciare l'auto più in basso e salire poi a piedi. Purtoppo non ricordo se ci fosse qualche navetta che portava al villaggio.
Dopo aver trascorso tutta la mattina a Moustieres abbiamo raggiunto un altro bel borgo di cui non sapevamo nemmeno l'esistenza ma che non ci ha affatto deluso: Tourtour, uno dei più bei borghi di Francia, incantevole e circondato da prati. L'ho trovato molto vivace ma allo stesso tempo capace di mantenere il suo aspetto rurale. Anche qui, come per Moustieres, il modo migliore per scoprirlo è quello di perdersi per i suoi vicoli senza avere una meta: ci sono gallerie d'arte sparse ovunque tra le strette vie dei vicoli, bar, ristorantini, abitazioni molto particolari fatte in pietra e un museo di fossili regalati alla regione da un collezionista che amava il genere. Sparse per il paese trovi le sculture di Bernard Buffet che rendono unico il villaggio impreziosendolo di piccoli particolari unici. Infine non mancare di visitare la chiesa di Saint Denis, in alto al villaggio, perchè ha una magnifica vista sulla vallata sottostante e il vecchio castello.
Durante il tragitto da Moustieres a Tourtour si passa dal famoso lago di Sainte Croix: lo si può ammirare solo dall'alto come abbiamo fatto noi, oppure scendere facendo una piccola deviazione sul percorso, e decidere di fermarsi per fare un bagno e prendere un pò di sole sulla spiaggetta. Dipende da quanto tempo hai a disposizione. Noi avevamo solo un giorno quindi abbiamo solo scattato qualche foto.
Questa giornata fa parte di un tour durato tre giorni nell'alta Provenza tra campi di lavanda e paesini speciali: per vedere il percorso completo guarda il mio articolo qui su Giruland dal titolo VALENSOLE.

Chiara Buttironi

segui   
 3     0    

Commenti (0)

Invia