Chiara Buttironi

segui   

23 Giu 2020

UN GIORNO IN VALLE D

Italia Puglia
Valle d'Itria
 3     0    

Durata del viaggio 1 giorno

Periodo dell'anno fine aprile

Range di spesa

Adatto a Famiglia

Se è la prima volta che vai in questi luoghi, non puoi non soffermarti a visitare le zone più conosciute perchè, nonostante siano turistiche, hanno comunque un fascino molto particolare. Tuttavia esistono dei percorsi che puoi fare e che rimangono un pò più fuori dai circuiti turistici al fine apprezzare le città nella loro interezza.
La nostra bellissima giornata in valle d'Itria inizia con la visita alla classica Alberobello, che immaginavo piena zeppa di turisti, ristoranti e negozi di souvenirs e in effetti è stata anche così; nonostante ciò devo ammettere che anche questa parte della città, Rione Monti, porta in sè una bellezza straordinaria ed è la zona più visitata e più celebrata.
Noi però che siamo amanti delle cose più genuine e più vere, abbiamo apprezzato decisamente di più la zona di Aia Piccola, dove tutt'ora i trulli che si vedono sono abitati e dove il villaggio ha conservato il suo aspetto rurale di un tempo. E' un posto magico, tranquillo e silenzioso in cui noi abbiamo incontrato si e no tre anime: questo ci è parso il vero cuore di Alberobello. La nostra visita qui, tra Aia Piccola e Rione Monti, dura in tutto una mattinata intera dopo la quale ci trasferiamo ad Ostuni.
Anche Ostuni è una cittadina piuttosto turistica: ovunque negozi e turisti dediti agli acquisti o seduti ai bar per bere qualcosa di fresco e prendere una pausa relax dopo i faticosi sali scendi della città: eh sì, meglio optare per un paio di scarpe belle comode; la stessa cosa vale per Alberobello.
Al di là del classico tour a piedi che si può fare per vedere Ostuni partendo da Piazza della Libertà e salendo per Via Cattedrale fino a raggiungere lo splendido loggiato e la cattedrale appunto, la cosa più interessante che abbiamo fatto qui ad Ostuni è stata prendere un'ape calessino: noi siamo andati con la "Ostuni Touring", ma ne trovi diverse credo lungo le strade che ti possano fare il servizio!
Perchè questa scelta?
Primo, perchè ero ostinata a voler vedere la panoramica generale di Ostuni come la si vede dai libri: con l'auto era piuttosto incasinato arrivarci, inoltre non avevamo tempo sufficiente per tornare alla macchina. L'opzione dell'ape calessino ti permette di arrivarci senza problemi e in tutta comodità.
La vista è incredibile: una visione di iniseme di tutte le case bianche circondate dal verde degli ulivi secolari!
Secondo, l'ape calessino ti porta nei luoghi più distanti dal turismo di massa, dove vive la gente del posto, dove non c'è caos e dove passando, puoi anche vedere le mura della città e alcuni edifici interessanti.
Un tour a bordo dell'ape te lo consiglio vivamente; inoltre ti puoi riposare un pò le gambe se come noi hai camminato parecchio, e può essere utile soprattutto se viaggi in un periodo molto caldo: Ostuni è tutta un su e giù e sudare è un attimo in piena estate!
Il costo è di 15 Euro a persona, 5 Euro per i bambini, per circa mezz'oretta di tour. Non proprio economico ma ne vale decisamente la pena!
Ultima tappa prima di rientrare in hotel è stata Locorotondo: simile a Ostuni nel colore bianco che inonda tutte le strette stradine e nelle case imbiancate a calce, ma a differenza di Ostuni è molto meno turistica e non c'è nessun sali scendi. Dopo Alberobello e Ostuni, trovare un pò di terreno pianeggiante non è stato male. Inoltre a Locorotondo si respira un'atmosfera più rilassata dove la vita sembra che scorra lenta proprio come nei vecchi villaggi di un tempo: è grazie a questo che secondo me Locorotondo mantiene ancora intatto il suo fascino originario.
Tra gli edifici più belli e interessanti da vedere passeggiando, ti direi Palazzo Morelli, tipico esempio di arte Barocca e davvero deliziosa la chiesetta di San Nicola, molto ben affrescata e dai colori vivaci.

Chiara Buttironi

segui   
 3     0    

Commenti (0)

Invia