24 Gen 2018

Viaggio in Turchia. A Casa della Vergine Maria!

Turchia
 10     0    

Durata del viaggio 1 giorno

Periodo dell'anno gennaio

Range di spesa Da 0€ a 100€

Adatto a Tutti

Luogo sacro per cristiani e musulmani, la casa della Vergine Maria è ubicata sul monte Solmisso a 9 km dall'antica Efeso, nell'attuale Turchia.
Le fondamenta del piccolo edificio sono state scoperte il 18 ottobre 1881 dal prete e ricercatore francese Julien Gouyet sulla base delle indicazioni contenute nei diari delle visioni della monaca cristiana e mistica tedesca, venerata come beata dalla Chiesa cattolica Anna Katharina Emmerick, trascritti da Clemens Brentano, poeta e scrittore tedesco del periodo romantico. La validità delle affermazioni di Katharina fu confermata anche dalle ricerche archeologiche condotte nel 1898 da alcuni ricercatori austriaci. Gli archeologi ebbero modo di appurare che l’edificio nelle sue fondamenta risaliva al 1° secolo d.C.
Le visioni della Emmerich erano del tutto particolari: si separava dal corpo dopo essere stata "chiamata" dal suo angelo custode e il suo spirito si recava in Terra Santa, dove assisteva agli episodi evangelici come se stessero avvenendo in quel momento e il giorno dopo li descriveva a Brentano. Né la monaca né il poeta erano mai stati in Terra Santa, eppure Anna Katharina ha descritto con precisione i luoghi della vita di Gesù e della Madonna, gli abiti, le suppellettili e i paesaggi. Inoltre, la Emmerick affermava che, se si recava in un cimitero, di fronte alle tombe percepiva luce o tenebre a seconda che l'anima di quel defunto si trovasse in Paradiso o all'Inferno, infatti, davanti ad alcune tombe diceva di provare gioia e percepire una forte luce, di fronte ad altre invece provava forte tristezza e sgomento per il nero che esse emanavano.
La casa dove la Vergine Maria visse dopo la Risurrezione di Gesù, è una casa rettangolare di pietra, a un piano solo, col tetto piatto e il focolare al centro, tra i boschi al margine della città perché la Vergine desiderava vivere appartata.
Le pietre originarie sono ben conservate, l'intera costruzione è stata datata come risalente all'epoca apostolica (1° secolo d.C.), fatto confermato da stili architettonici coerenti con gli altri edifici di quel tempo. Entrando nella casa, si trova un unico grande ambiente con un altare e una grande statua della Vergine Maria al centro e, sul lato destro, si trova la stanza nella quale Maria dormiva. La tradizione mariana sostiene che una qualche forma di acqua corrente correva come un canale in questa stanza più piccola, la "stanza di Maria", e che avrebbe dato origine alla fonte attuale di acqua potabile situata al di fuori della struttura.
Al di fuori del Santuario si trova un muro adibito alle richieste devozionali e agli ex-voto, che i fedeli usano per lasciare i loro messaggi e le loro richieste. Diversi tipi di fiori e alberi da frutto crescono in loco, mentre la fonte di acqua potabile nelle vicinanze si crede che abbia poteri miracolosi di guarigione o di fertilità.
Davanti alla casa della Madonna, custodita dai cappuccini, c'è un cartello che spiega che i muri perimetrali col focolare centrale, erano stati ritrovati grazie alle visioni della monaca Anna Katharina Emmerich.

Il biglietto d’ingresso è di TL 25.00 (circa 5 Euro).

Commenti (0)

Invia