02 Lug 2020

YAIZA: INCANTO TRA LUNA E TERRA

Spagna Isole Canarie
 0     0    

Durata del viaggio 7 giorni

Periodo dell'anno dicembre

Range di spesa Da 400€ a 500€

Adatto a Avventurieri

Tra i tanti paesi da visitare sull'isola di Lanzarote c'è ne uno che mi ha letteralmente stregato e che probabilmente non spicca tra quelli più tipicamente gettonati dai turisti ma che è forse una delle perle più preziose di tutta l'isola, il suo nome è Yaiza.
Con poco più di 5000 abitanti Yaiza è un piccolo comune situato nella parte meridionale di Lanzarote  considerato la porta d'ingresso per accedere al Parco Nazionale di Timanfaya ed è proprio la vicinanza al parco vulcanico che gli conferisce un'aspetto unico.
Yaiza è raggiungibile da Puerto del Carmen con il bus locale 161, il biglietto si fa a bordo al costo di 1.40 euro,l'unica fermata adiacente al centro di Yaiza è quella del Supermercatox dal quale con pochi minuti cammino si arriva nel piccolo centro di Yaiza.
Il centro di Yaiza è molto piccolo non ci sono molte cose da fare ma l'atmosfera ed il paesaggio circostante è davvero bellissimo,le tradizioni e il modo di vivere restano ancorati al passato, ignari del fatto che ormai Lanzarote sta diventando sempre di più una fra le isole Canarie più amate e visitate.La chiesa principale di Yaiza è Nostra Signora de los Remedios edificata il diciassettesimo secolo e affacciata sull'unica piazzetta della città dove,sopratutto alle prime ore del pomeriggio,non si vede anima viva se non le sagome delle alte palme che danno riparo dal sole.Se siete appassionati di arte allora Yaiza è il posto giusto poiché i pochi negozi del paese espongono quadri o altri oggetti d'arte realizzati in loco e se anche non si è interessati all'acquisto è interessante curiosare e scoprire pezzi unici che difficilmente potrete trovare nelle vicine Puerto del Carmen o Playa Blanca.
Ma Yaiza proprio grazie alla sua ubicazione è il posto ideale per andare alla scoperta del Parco Nazionale di Timanfaya effettuando un trekking molto bello da fare in autonomia,partendo proprio dal centro del paese. Alle spalle della piazza principale in direzione nord,prendere Calle Rubicon dove partono delle scale da salire tutte per ritrovarsi all'imbocco di un sentiero di terra rossa,girando a destra si inizia lentamente a salire per la montagna e qui il paesaggio inizia a commuovere per tanta bellezza. La montagna si fa sempre vicina e guardando verso l'orizzonte si ha come la sensazione di salire verso la luna con il sentore visibile di essere nell'area adiacente ad un vulcano. Girato lo squadro a destra verso il paese,la prima cosa che l'occhio incontra sono le coltivazioni presenti a Lanzarote,una terra votata ai vini che qui sono prodotti non solo di qualità eccelsa, ma che seguono un'antica tradizione,ovvero quella di costruire dei muretti semicircolari per riparare la pianta dal vento sferzante che è una prerogativa di tutto l'arcipelago delle Canarie e che i contadini di Lanzarote conoscono bene e con il quale hanno imparato a convivere sopratutto nei mesi invernali quando la temperatura notturna,salendo in altezza,può scendere parecchio rispetto al giorno nel quale si mantiene tutto l'anno intorno ai 20 gradi. La seconda cosa che colpisce proseguendo la salita di trekking verso una delle tante alture del Parco Nazionale di Timanfaya è il colore bianco accecante delle abitazioni di Yaiza, piccole casette adornate di fiori colorati e spesso abitate anche da animali da compagnia come cani gatti e animali da cortile come galline e capre, la vita è basata su regole semplici, allevare gli animali è normale, qui a Yaiza la gente vive in semplicità basando spesso l'alimentazione su ciò che si produce all'interno delle mura domestiche.
Il trekking scoperto per caso da Yaiza è incantevole,dal centro cittadino ci si ritrova su una piccola montagna dove scorgere la valle sottostante ed il mare, solo in pochi percorrono il sentiero armati di scarponi e bastoncini da trekking e non è raro ritrovarsi soli a percorrere le strade polverose con la sensazione di sentirsi a spasso sulla luna.

Importante ricordare due cose prima di intraprendere un trekking da Yaiza, la prima è che il clima può diventare pungente rispetto alla costa ed è quindi meglio avere dietro una felpa e l'altra cosa è sempre quella di guardare gli orari dei bus che diventano meno frequenti con l'arrivo della sera. Una visita quella di Yaiza assolutamente da inserire nella lista delle cose da fare sull'isola vulcanica di Lanzarote.

Commenti (0)

Invia